HOME PAGE                                   VISUALIZZA TUTTA LA NAVIGAZIONE DEL SITO

                                             elenco Nomi albero Genealogico Petrini                            FOTOALBUM PETRINI  

                                                        Albero di Camillo Petrini 1799 (1792) 2          albero_di_Camillo Petrini 1799 (1792).jpg se non usate EXPLORER 

                                                        albero di Francesco Paolo Petrini 1784          albero di Francesco Paolo Petrini. jpg se non usate EXPLORER 

                                                                                       albero di Romildo Petrini 1843.jpg                   

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Romildo Petrini   nato 10/10/1843  fossacesia

notizie

per gentile concessione del sig.Antonio Iarlori  15 05 2009

1874 - 17 giugno - Si propone una rettilineazione del Fiume Feltrino che progredendo "le corrusioni allasponda destra

d iesso fiume, possa un giorno essere attaccato il piede della Collina, e mettersi in movimento con grave danno del

paese della adaicente strada Provinciale Frentana e del mulino di proprietà dei sig. Florindo ed altri Tosti, che sebbene

sia  una proprietà privata, pure essendo l´unico deltenimento porterebbe anche danno alla popolazione se si dovesse

distruggere". Si dà l´incarico all´ing. Romildo Petrini." (Comune di S. Vito Chietino - Delibere Consiglio Com. )

1874 - 5 luglio - Si discute intorno alla costruzione della strada per Treglio che viene affidata all´ing. Romildo Petrini

 dopo che era stato già affidato al Sargiacomo il quale dovrebbe occuparsi della tratta fino a Lanciano."

(Comune di S. Vito Chietino - Delibere Consiglio Com. )

Inviato da Diego Meozzi il   5/1/2010             diego@stonepages.com

In realtà il mio bisnonno Romildo, dopo la morte della prima moglie, ha contratto un secondo matrimonio con Amelia Tambelli Caracciolo.

Da questo matrimonio è nato Duilio Petrini, mio nonno, che ha avuto una storia molto particolare e rapporti piuttosto burrascosi soprattutto

con la famiglia di origine.

Per quanto riguarda Romildo, le notizie di cui dispongo sono poche e frammentarie, a causa della già citata e mai totalmente chiarita rottura

dei rapporti tra Duilio e il resto della famiglia Petrini. Dai racconti delle figlie di Duilio, pare che Romildo fosse comunque un valente ingegnere

e avrebbe realizzato il piano regolatore della città di Pescara all'inizio del XX secolo. Secondo dichiarazioni del figlio Duilio, avrebbe dilapidato

 la fortuna sia della prima che della seconda moglie. Fonti attendibili ma non verificate riportano come Romildo possa aver avuto problemi giudiziari,

 il che potrebbe spiegare il motivo del rifiuto di ogni contatto da parte del figlio Duilio in età adulta. “